Cosa vedere a Beaune: itinerario di 7 giorni


Beaune, la città definita come la capitale della Borgogna. Ci siamo andati e dopo giorni di lavoro ecco l’itinerario che ti racconta cosa vedere e cosa fare a Beaune!


  • Date: 8 – 14 Ottobre 2018
  • Come arrivarci: In auto Brescia – Beaune (6h)
  • Nei dintorni:
    Pommard (in auto 10min)
    Volnay (in auto 10min)
    Dijion (in auto 40min)
    Chalon sur Saône (in auto 30min)

  • Eventi:
    Il mercoledì e il venerdì mattina viene organizzato il mercato nella piazza del centro, di fronte all’ Hotel Dieu.
    L’ufficio del turismo organizza diversi tour per esplorare le colline circostanti e i paesi vicini.

COSA VEDERE A BEAUNE: breve itinerario

GIORNO 1: Viaggio e arrivo a Beaune

GIORNO 2: Beaune – esplorazione delle enoteche – Hotel Dieu

GIORNO 3: Visita al mercato – Beaune

GIORNO 4: Visita a Dijion – cena francese

GIORNO 5: Visita a Chalon sur Saône – relax in piscina

GIORNO 6: Visita a Pommard e Volnay

GIORNO 7: Ultimo giro in centro e ritorno


COSA VEDERE A BEAUNE: itinerario day by day

GIORNO 1: Arriviamo in Hotel a Beaune a metà pomeriggio e sistemiamo i bagagli. Veniamo accompagnati a fare un giro dell’hotel per venire a conoscenza di tutti i comfort (piscina, palestra, sauna, giardino, ristorante…). L’Hotel dove abbiamo soggiornato si chiama Villa Medicis ed e è molto confortevole, se vuoi avere maggiori info ho scritto un articolo al riguardo (puoi leggerlo cliccando qui).

La nostra camera dispone di una cucinino, così decidiamo di andare a fare le spese cogliendo l’occasione per esplorare velocemente la zona.

Dopo cena usciamo a piedi per esplorare meglio il centro di Beaune, e scopriamo essere un posto molto tranquillo.

GIORNO 2: Giornata dedicata alla scoperta di Beaune. Ci svegliamo all’alba e decidiamo di andare a piedi in centro per la colazione. Ovviamente non possiamo non iniziare la giornata con un buonissimo croissant! Nel centro di Beaune le enoteche hanno un sapore magico, tutte storiche, ben organizzate e pulite… come facciamo sempre nei paesi che visitiamo, decidiamo di esplorarle tutte! Troviamo delle bottiglie molto interessanti.

Ci fermiamo per un aperitivo in un bar a vin del centro dove troviamo delle proposte molto interessanti.

Torniamo a Villa Medicis per pranzo e nel pomeriggio andiamo a visitare l’Hotel Dieu.

Nel tornare a casa scopriamo il bar a vin La Parenthése e facciamo amicizia col proprietario che ci consiglia delle ottime bottiglie!

GIORNO 3: Come di consueto ci svegliamo e andiamo a fare colazione con un altro buonissimo croissant. Nel passare per il centro facciamo un giro al mercato che viene organizzato ogni mercoledì e venerdì mattina nella piazza centrale, di fronte all’Hotel Dieu. Acquistiamo degli ottimi formaggi al mercato (che paghiamo un occhio della testa, quindi attento ai prezzi!). Scopriamo un’ enoteca “La Grande Boutique du vin” fuori dal centro (5 minuti in macchina) e decidiamo di andare a vederla. Appena entrati rimaniamo affascinanti dalla quantità di bottiglie presenti al suo interno… questa enoteca diventa la nostra rovina ahahah!

Facciamo une bella scorta e nel tornare a casa ci fermiamo a prendere una baquette.

Pranziamo a Villa Medicis con vino, formaggi e baguette (una combo che adoro!!!). Ci rillassiamo un pò in piscina, ci cambiamo e andiamo a fare un giro in centro. Prima di tornare a casa andiamo a trovare il nostro amico “della Parenthése” per una interessante degustazione.

GIORNO 4: Ci svegliamo presto e prendiamo il treno per Dijion che dista 30 minuti da Beaune. Arrivati facciamo un giro per il centro, facciamo delle foto a Porte Guillaume, visitiamo il Palazzo Ducale. Pranziamo nella piazza del Palazzo ducale, con una baguette farcita che puoi trovare nelle fornerie (ce ne sono molte in tutta la città).

Assaggio il mio primo Sturbacks coffee 😉

La città è molto organizzata e, se stai attento, per terra potrai notare dei piccoli triangolini con raffigurata una piccola civetta… seguendo tutti i triangoli potrai fare un tour dei luoghi più importanti di Dijion. Il “Percorso della civetta” l’ho trovata una bellissima iniziativa (percorrendo tutto il percorso impiegherai all’incirca un ora).

Obbligatorio a Dijion è comprare almeno un barattolino di mostarda, ne hanno di tantissime tipologie e in vari formati. La mostarda a Dijion ha una storia secolare ed esistono tantissimi negozi nel territorio che vendono solo questo prodotto!

Torniamo a casa e, dopo un aperitivo, ci prepariamo per la cena. Ottimo posto per una “cena francese” è il ristorante “Caveau des Arches“. Luogo suggestivo, ottimi piatti e buona carta dei vini. Consiglio di prenotare.

GIORNO 5: Visita a Chalon sur Saône, troviamo un posto affollato e il mercato che occupa gran parte del paese (con tantissime bancarelle di cibo e non solo). Troviamo una bancarella interamente dedicata ai Macarons!

Il paese, attraversato dal fiume Saône, è dominato dalla cattedrale che a sua volta è circondata da bellissime case antiche a graticcio. Oltrepassata la via dei negozi e del mercato arriviamo al fiume e troviamo un posto tranquillo e molto piacevole.

Torniamo a casa per pranzo e nel pomeriggio dedichiamo un pò di ore alla piscina, che essendo al chiuso e riscaldata è veramente piacevole.

Torniamo in stanza per una degustazione di alcune chicche che abbiamo trovato!

GIORNO 6: Dopo il solito giro mattutino in centro a Beaune decidiamo di andare a visitare i paesi vicini, prendiamo la macchina e in 10 minuti siamo a Pommard. Non vedevamo l’ora di vedere da vicino le famose colline della Borgogna, così parcheggiamo e ci incamminiamo. Il paese è molto piccolo quindi si impiega poco tempo a visitarlo. Il centro del paese è carino, forse un po deserto (è anche vero che con poco più di 500 abitanti non potrebbe essere al contrario, durante il nostro giro avremo incontrato forse 20 persone).

Il suolo di Pommard è adatto alla produzione di vino rosso da uve Pinot. Grazie alle caratteristiche particolari del suo terreno il vino prodotto in questa zona è conosciuto per essere forte, robusto e tannico. Per riuscire a degustare questi vini nel pieno della loro espressione è bene lasciargli un pò di tempo, con l’invecchiamento infatti migliorano e riescono ad esprimersi al meglio.

Oltrepassato Pommard quello che ci si trova davanti è una distesa infinita di vigne..un vero spettacolo!

Riprendiamo la macchina e arriviamo a Volnay, il paese che dà luogo a ottimi pinot noir. Troviamo degli scorci molto interessanti di questo paese e una terrazza che si affaccia sulla Cote D’Or.. meraviglioso!

Prima di tornare a casa ci fermiamo in un bar a vin ed enoteca (ottimo compromesso!) tra Volnay e Pommard, e ci concediamo un calice di Pinot Noir.

GIORNO 7: Ultimo giro in centro per salutare la bellissima Borgogna, prepariamo le valigie e torniamo a casa.

INFO E CONSIGLI GENERALI SU BEAUNE:

QUALI SONO LE MIGLIORI ENOTECHE DOVE ACQUISTARE?

La Grande Boutique du Vin

Maison Denis Perret

Aegerter Jean Luc et Paul

Ho scritto un articolo con informazioni più specifiche su queste tre enoteche, se ti interessa puoi leggerlo cliccando qui

QUANTI GIORNI SERVONO PER VISITARE BEAUNE?

Per una visita a Beaune e i paesi nei dintorni vi consiglio almeno 5 giorni di viaggio, se invece avete la possibilità anche di visitare cantine allora 7 giorni sono l’ideale per non dover fare le cose di fretta e godervi anche qualche momento di relax.

QUANTO COSTA UN VIAGGIO A BEAUNE?

Ci sono tanti modi per arrivare a Beaune ma noi abbiamo preferito la macchina per aver la possibilità poi, una volta arrivati, di poterci spostare liberamente. Il nostro viaggio in macchina da Brescia a Beaune è costato circa 300€ andata e ritorno.

Ci sono diverse tipologie di alloggi a Beaune che vanno dai 70€ ai 150€ a notte.

Se hai la possibilità di trovare un hotel con cucinino sicuramente non avrai grandi spese per i pasti, ma se decidi di mangiare fuori puoi trovare veramente qualsiasi opzione, dalle fornerie con baguette farcite ai ristoranti di classe con ottime escargot.

Poi ovviamente c’è il costo per le degustazioni e le bottiglie di vino.. ma questo dipende dal budget personale 😉

Ecco, siamo arrivati alla fine dell’itinerario di 7 giorni a Beaune. Spero ti sia servito per organizzare il tuo prossimo viaggio in Borgogna.

Se hai consigli o domande lasciali pure qua sotto nei commenti.

Alla prossima,

Camilla

Camillahttps://www.enodays.com
Designer. Appassionata di vino e viaggi. Sorrido alla vita e non viaggio mai abbastanza. Amo gli animali e sono alla ricerca costante di nuovi posti da esplorare. Positiva e spesso un pò distratta. Mi piace condividere e nel mio profilo instagram potrai trovare tutte le mie esperienze.

Related Stories

Discover

Popular Categories

Comments

  1. Autun  e una piccola cittadina ricca di resti romani con un bel mercato contadino che si sviluppa sotto l edificio del comune e in pochi chilometri torniamo a Itinerario in Borgogna e Champagne di 8 giorni ultima modifica: 2016-01-13T19:25:46+00:00 da patrizia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

it Italian
X
error: Content is protected !!